ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE: COS’E` CAMBIATO

A decorrere dal 1 aprile 2019, per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, le domande per beneficiare dell’assegno per il nucleo familiare devono essere presentate, direttamente all’INPS, esclusivamente attraverso i canali telematici.Come potrà inoltrare la domanda il richiedente? Mediante uno dei seguenti canali messi a disposizione: - WEB, tramite il servizio online dedicato, accessibile dal sito www.inps.it, se in possesso di PIN dispositivo o di una identità SPID;- PATRONATI.  Alla

Malattia: tutto quello che c’è da sapere

In caso di un’infermità che determina una temporanea incapacità al lavoro, l’assenza viene giustificata con il certificato di malattia, ma quali sono gli elementi essenziali e i tempi di rilascio? Vediamo insieme tutte le caratteristiche dei certificati di malattia e a cosa stare attenti. In caso di malattia il medico curante redige l’apposito certificato e lo tramette telematicamente all’Inps. Il lavoratore deve prender nota del numero di protocollo del certificato e comunicarlo al datore di

USO DI FACEBOOK DURANTE L’ORARIO DI LAVORO: VEDIAMO QUANDO E’ LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3133 del 01 Febbraio 2019, ha sancito la legittimità di un licenziamento disciplinare di una dipendente che, durante l’orario di lavoro, aveva effettuato numerosi accessi a siti internet estranei alle mansioni dalla stessa svolte. Nel caso di specie, i Giudici della Suprema Corte, hanno rigettato il ricorso presentato da una lavoratrice a cui era stato intimato un licenziamento disciplinare per i numerosi accessi effettuati al social network

PROGRAMMARE…..BELLO?…..UTILE?

Nel nostro Studio in questi giorni stiamo ultimando la programmazione di tutte le scadenze di lavoro che incontreremo nel 2019. Mese per mese, a partire già da gennaio, abbiamo evidenziato le scadenze previste dalle norme di legge e quelle derivanti da esigenze particolari dei nostri clienti, quelle che si ripetono tutti i mesi e quelle che incontreremo solo periodicamente, insomma tutte le scadenze. Questo lavoro lo abbiamo fatto in forma scritto su un grosso calendario

COMUNICAZIONE UTILIZZO LAVORATORI SOMMINISTRATI

Le aziende che hanno utilizzato nel corso del 2018 lavoratori tramite agenzie di somministrazione, dovranno comunicare alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA), alla rappresentazione sindacale unitaria (RSU) o, in mancanza, alle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale i dati relativi ai contratti di somministrazione stipulati nel 2018 entro il 31.01.2019. La comunicazione obbligatoria dovrà avvenire a mezzo di lettera con consegna a mano, ovvero raccomandata con ricevuta di ritorno, ovvero posta elettronica certificata (PEC).

LE NUOVE SCADENZE DELL’AUTOLIQUIDAZIONE INAIL 2019

L’Inail con la circolare n. 1 dell’11 gennaio 2019 ha fornito le prime istruzioni relative all’autoliquidazione 2018-2019 chiarendo che il termine per il versamento dei premi delle polizze dipendenti, artigiani e del settore marittimo è stato spostato dal 16 febbraio al 16 maggio 2019. Nello specifico, l’istituto ha chiarito che: gli elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo saranno resi disponibili dall’Inail ai datori di lavoro entro il 31 marzo 2019; il termine dei

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA IN CASO DI ASSUNZIONI DURANTE FESTIVITA’ O CHIUSURA DELLO STUDIO DEL PROFESSIONISTA

Nei periodi di ferie, festività e comunque di chiusura dello studio del professionista abilitato alla trasmissione telematica delle Comunicazioni Obbligatorie, come previsto altresì nei casi di malfunzionamento dei servizi online, è bene ricordare che il datore di lavoro, in caso di assunzione, può provvedere all’invio di una comunicazione preventiva. Tale adempimento deve avvenire mediante l’invio tramite fax al n. 848 800 131 del modello UniURG (mod. UniURG).   La presentazione della comunicazione d’urgenza deve avvenire

REITERAZIONE DI CONTRATTI: VEDIAMO QUANDO E’ LEGITTIMO IL PERIODO DI PROVA

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 28252 del 06 Novembre 2018, ha chiarito che, in presenza di più contratti di lavoro tra una stessa azienda e uno stesso lavoratore per lo svolgimento di identiche mansioni, è legittima la previsione di un periodo di prova quando lo stesso è funzionale al datore di lavoro per verificare le qualità professionali, il comportamento e la personalità del lavoratore, elementi che nel corso del tempo sono suscettibili di

DECRETO DIGNITA’: NUOVE DISPOSIZIONI PER I TEMPI DETERMINATI E NON SOLO

Con l’entrata in vigore del Decreto Legge n. 87 del 12 luglio 2018, meglio identificato come ‘Decreto Dignità’ viene sensibilmente modificata la struttura dei contratti a tempo determinato e dei contratti di somministrazione di lavoro. Nello specifico va a modificare i seguenti punti: La durata massima del contratto a tempo determinato sarà di 12 mesi, prorogabile fino a 24 solo in presenza di una delle seguenti condizioni: esigenze temporanee e oggettive, estranee all'ordinaria attività, ovvero

Fondi di previdenza complementare: le novità in materia di TFR

Nella Gazzetta Ufficiale n°91 del 19 Aprile 2018 è stato pubblicato il decreto del Ministero del Lavoro datato 22 Marzo 2018. In questo decreto viene introdotta la possibilità per chi ha iniziato a lavorare dopo il 28 Aprile 1993 di poter scegliere se destinare interamente o solo in percentuale il proprio TFR ad un fondo di previdenza complementare di categoria, lasciando il compito di stabilire l’entità delle percentuali minime alle contrattazioni collettive relative. Qualora non